venerdì 26 giugno 2015

Il Governo Renzi cadrà per mancanza di Senatori a piede libero

Stamattina hanno arrestato un altro esponente del Partito di Matteo Renzi. È l'assessore ai lavori pubblici della Regione Calabria del Pd. Soliti affari con i soldi delle vostre tasse.
I magistrati hanno anche chiesto l'arresto del Senatore Bilardi, senatore della maggioranza di questo Governo. Arresto che si aggiunge a quello del Senatore Azzolini, sempre della maggioranza di Renzi, chiesto una settimana fa.
Di questo passo, il governo cadrà per mancanza di senatori a piede libero.
Partito Democratico: verso lo 0% ed oltre.

mercoledì 24 giugno 2015

Immigrazione: l' Europa è ad un bivio.


L'Ungheria ha appena sospeso il Regolamento di Dublino. Proprio l'altro giorno ho incontrato il Vice Presidente della Camera Ungherese Hiller, che mi raccontava come la situazione fosse diventata insostenibile http://goo.gl/i1Rntk
I trattati sono validi se tra i Paesi che li stipulano ci sono condizioni di parità. Qui non c'è più nessuna parità: i Paesi alla frontiera dell'Ue, sono diventati una grande pentola a pressione.
Non è più possibile che l'Italia si faccia carico di tutti gli stranieri che mettono piede sul suo territorio. I Paesi Europei devono contribuire alla gestione e agli eventuali rimpatri, prendendosi una buona quota degli immigrati che hanno messo piede su suolo italiano, ungherese, greco e spagnolo. 
Se non lo faranno, allora sarà l'Unione Europea ad assumersi la responsabilità del ripristino delle vecchie frontiere, dell'edificazione di nuovi muri e della sospensione di trattati ormai iniqui.

ELETTORI PD SOTTO SHOCK

Ieri è  arrestato l'Assessore alle attività produttive PD della Regione Molise. A Scarabeo, esponente del Partito Democratico, sono contestati i reati di frode fiscale e truffa. E' l'ennesimo arresto di un esponente PD a giugno 2015.
In questi giorni gli elettori del Pd sono sotto shock per la raffica di arresti che sta coinvolgendo il partito che hanno sempre votato. La storia di Berlinguer e della questione morale è stata calpestata da ladri di polli che farebbero qualsiasi cosa pur di intascare i soldi delle nostre tasse.
Ho amici che votavano Pd fino a qualche mese fa e mi hanno comunicato tutto il loro disgusto.
Io credo che il Pd abbia al suo interno ancora persone oneste, ma credo che non sia più un partito in grado di amministrare serenamente e legalmente l'Italia. Ha troppe infiltrazioni al suo interno per avere ancora la fiducia della gente onesta e soprattutto la libertà d'azione politica.
Per amministrare la cosa pubblica serve libertà. I vertici del Pd invece non sanno più distinguere i buoni dai cattivi e allontanarli preventivamente. Forse perché anche i vertici sono infiltrati dal malaffare.
Il Movimento 5 Stelle è l'unica forza politica a non essere stata coinvolta in alcuno scandalo di corruzione. A coloro che sono sotto shock in questo momento, chiedo di iniziare insieme un cammino: senza la legalità i programmi politici - anche i più belli - non hanno alcun senso.
Costruiamo insieme questo Paese, facciamolo su solide fondamenta. Non si può più dividere le forze politiche in destra o sinistra. Ma in oneste o approfittartici.
Se vogliamo confrontarci sul tema scriviamoci a dimaio_luigi@camera.it e parliamo serenamente.

lunedì 22 giugno 2015

Abolire la "Riforma Fornero" sulle pensioni

Nei prossimi giorni il Movimento 5 Stelle proverà ad abolire la cosiddetta Riforma Fornero. Utilizzeremo l'occasione del Decreto pensioni alla Camera, per restituire un po' di equità ai cittadini italiani. Chi non vota la nostra proposta commette un crimine. Tutti avvisati. 
In queste ore fanno più notizia sondaggi sul Movimento o sulla mia persona.
Io dico di concentrarci sui fatti. Lasciamo perdere le percentuali e le previsioni, se lavoreremo bene i cittadini italiani ci seguiranno e ci premieranno.

giovedì 18 giugno 2015

LA DISCARICA DI CALVI RISORTA, LA PIÙ GRANDE D'EUROPA. UN CITTADINO ME L'AVEVA SEGNALATA.

Lo scorso 7 aprile un cittadino si è rivolto alla mia segreteria per denunciare lo scandalo della discarica di Calvi Risorta in provincia di Caserta, dove peraltro vi era il progetto dell'installazione di una centrale di biomasse. In quella zona, secondo la segnalazione, negli ultimi anni sono aumentati esponenzialmente i tassi di incidenza delle patologie oncologiche. 
Lunedì 13 aprile ho depositato questa interrogazione http://goo.gl/t88BaC
Il 7 maggio anche la mia collega Vilma Moronese al Senato ha depositato un analogo atto http://goo.gl/gNLL4R 
Da qualche giorno si è scoperto che la discarica di Calvi Risorta sembrerebbe essere la più grande d'Europa: 25 ettari per nove metri di profondità, stando a quanto dichiarato dal comandante Sergio Costa, pari a 2 milioni di metri cubi di rifiuti speciali. 
Qualche giorno fa, le senatrici del M5S Vilma Moronese e Paola Nugnes, accompagnate dal neo-eletto consigliere regionale Vincenzo Viglione, hanno effettuato un sopralluogo alla presenza del comandante Sergio Costa.
Il MoVimento 5 Stelle anticipa le problematiche e quando esplodono sta sempre sul pezzo sorvegliando il lavoro delle istituzioni.

lunedì 15 giugno 2015

I ballottaggi premiano il Movimento 5 Stelle

I risultati dei ballottaggi parlano chiaro:
1) Il Pd perde e anche tanto, la sconfitta in città importanti come Venezia, Matera, Chieti sono un segnale a Renzi da parte dei cittadini italiani. Da rottamatori a rottamati. Che fine...

2) Dove siamo andati al ballottaggio, il Movimento 5 Stelle ha asfaltato i suoi concorrenti con una media del 70%.
Questo conferma le enormi possibilità che abbiamo di governare il Paese accendendo al ballottaggio nazionale.
La legge elettorale comunale ci è avversa: prevedendo ammucchiate di 10 liste per ogni candidato sindaco, per noi diventa un'impresa storica superare il primo turno con una sola lista. Ma quando ci riusciamo, al secondo turno il voto libero (senza i soliti portatori di voti) ci premia. Non vogliamo fare anche noi ammucchiate, perché se vinci devi poter governare liberamente. Senza capibastone che ti tirano per la giacchetta. 
A livello nazionale però correremo tutti con un'unica lista. Quindi per le prossime elezioni o cambiano la legge o a Palazzo Chigi è meglio che preparino le valigie. 

3) Da ieri sera abbiamo nuovi sindaci M5S in Sardegna a Porto Torres - nel cui territorio c'è anche la splendida oasi dell'Asinara da valorizzare. 
A Quarto - comune in provincia di Napoli sciolto per camorra decine di volte, ora finalmente baluardo di onestà e a Venaria dove abbiamo ottenuto il primo Sindaco del Piemonte. 
Aspettiamo la Sicilia stasera dove andiamo al ballottaggio ad Augusta e Gela, città di Rosario Crocetta (Governatore della Sicilia - ancora per poco).

Le persone vogliono vederci governare. Il nostro 70% di Porto Torres che ha steso il Pd, lo dimostra. 
E noi siamo pronti.



#marinodimettiti : oggi manifestiamo in Campidoglio


*** Oggi pomeriggio i cittadini di Roma hanno l'occasione di buttare giù un sindaco e una giunta indegni. Io ci sarò. L'appuntamento è alle 17.30 in Campidoglio. Faremo un'assemblea pubblica davanti alla statua di Marco Aurelio. Cerchiamo di essere in tanti. Dobbiamo circondare pacificamente il Campidoglio e far capire a Marino che non lo vogliamo più. Ci vediamo più tardi. Diffondete come non mai. A riveder le stelle! ***

venerdì 12 giugno 2015

In Campania sosteniamo Rosa Capuozzo candidata a Sindaco M5S a Quarto

Il mio appello va a tutti i gruppi della Campania che ogni giorno si impegnano per migliorare la nostra bellissima Regione: Rosa Capuozzo potrà essere la prima Sindaco M5S della Campania se stasera ci stringeremo intorno a lei per la chiusura della campagna elettorale dei ballottaggi. 
Quarto è l'unico comune in Campania dove il Movimento 5 Stelle va al ballottaggio, più saremo vicini a Rosa stasera, più i cittadini di questo comune ci percepiranno come Comunità e ci daranno fiducia. 
Molte persone decideranno in queste ore chi e se votare. Mostriamogli la nostra bellezza. Stiamo insieme.

Io sarò in piazza dalle 19:30. Per incontrarvi e discutere con voi. Vi aspetto tutti. 
A Quarto si sta facendo la storia e non ne parla nessuno.‪#‎RosaCapuozzoSindaco‬



giovedì 11 giugno 2015

Microcredito con i soldi dei Parlamentari: i gesti che spiegano il paese che vogliamo


Qualche giorno fa a "Di Martedì" Giovanni Floris ha mostrato questo cartello, spiegando dove vanno a finire gli stipendi dimezzati dei parlamentari del Movimento 5 Stelle.
Mentre il Pd rubava i soldi delle vostre tasse nello scandalo Mafia Capitale noi ci tagliavamo gli stipendi per creare nuovi posti di lavoro e maggiore sviluppo per il territorio.

In 2 anni grazie ai tanto criticati scontrini abbiamo creato un fondo per aiutare la nascita o l'esistenza di tante piccole imprese. 

Sono già 5000 le imprese che ne hanno fatto richiesta. Se ognuna assumerà solo due persone, abbiamo realizzato i primi 10.000 posti di lavoro. 
Ci sono voluti due anni per attivarlo ma ce l'abbiamo fatta. 
Dai tanto odiati soldi dei privilegi dei politici, si può creare qualcosa di buono. Si possono creare nuovi posti di lavoro. 
Con 10 milioni non si cambia il Paese, ma iniziamo a realizzare l'idea di Paese che vogliamo. Quando andremo al Governo, 10 milioni diventeranno 10 miliardi. Taglieremo tutti gli sprechi per metterli in misure per creare nuova occupazione.

Il mio impegno per la Firema


La Firema è un’azienda dell’indotto ferroviario che rischia di sparire.
E’ commissariata dal 2010 e, in questi 5 anni, ci sono stati interessamenti di gruppi stranieri, che non hanno portato da nessuna parte; a novembre 2014 due piccole aziende ferroviarie campane, la Miri s.r.l. e la Vuolo Taddeo s.r.l., si sono mostrate interessate all'acquisizione. 
Il Ministero dello Sviluppo economico - vista la inadeguata solidità finanziaria di questi soggetti - ha coinvolto il gruppo... Stola s.p.a. attraverso la loro controllata Blutec, che avrebbe dovuto detenere il 70% della società messa su per l'acquisto della Firema.
Un’offerta che i lavoratori non potevano accettare: l’assorbimento di 400 lavoratori su 500 e un taglio salariale per tutti. Si è iniziata così una trattativa che dopo quattro incontri ha visto naufragare l’offerta della Blutec, che non si è neanche più presentata agli appuntamenti.
Ieri i lavoratori della Firema, sono stati  in presidio sotto al Ministero dello Sviluppo Economico: è assurdo che un’azienda che non è in crisi - ha ben tre commesse con la Regione Campania – si trovi in questa situazione.
Avevo promesso ai lavoratori di essere con loro al Mise, ma gli arresti e le indagini che hanno coinvolto  esponenti della maggioranza, mi hanno tenuto impegnato alla Camera per la conferenza dei capigruppo. Ormai gliene arrestano uno al giorno. Non riusciamo neanche più a stargli dietro. 
Scriverò una lettera ufficiale alla Ministro Guidi per assicurare la mia disponibilità nel trovare nuovi investitori che facciano decollare la Firema. 
Il Ministero esplori anche la strada della partecipazione diretta da parte dello Stato nell'azienda, attraverso il "Fondo Strategico Italiano" http://www.fondostrategico.it/

martedì 9 giugno 2015

La nostra posizione sugli sbarchi

I partiti che oggi stanno facendo "caciara" sugli immigrati sono gli stessi che hanno creato il disastro dell'immigrazione.
Forza Italia e Lega hanno la colpa storica di aver firmato il Regolamento di Dublino che ci obbliga a tenerci in Italia tutti i clandestini o richiedenti asilo che sbarcano sulle nostre coste (quando approderà un barcone in Germania secondo voi?Mai!).
Il Pd invece è al centro dello scandalo di ‪#‎mafiacapitale‬. Non ha mai voluto cambiare quel regolamento perchè speculando sull'emergenza immigrazione si faceva finanziare la campagna elettorale da Buzzi e dalle cooperative. Soldi delle vostre tasse che addirittura sembra venissero usati per stipendiare i dirigenti del PD!

La nostra proposta è chiara: modifichiamo quel regolamento. Se in Italia arrivano 100 migranti, 3 ce li teniamo e 97 se li dividono gli altri Paesi europei.
Per fermare gli sbarchi poi, basterebbe creare delle agenzie in nord Africa dove gli africani possano fare la domanda d'asilo. Solo chi avrà i requisiti potrà venire in Italia (a spese sue). 
Chi non ha i requisiti è inutile che si metta sul barcone, potrà solo essere respinto.

giovedì 4 giugno 2015

De Luca non potrà governare la Campania

‪#‎delucavattene‬ Candidare De Luca, impresentabile per la Commissione Antimafia, ineleggibile in conseguenza della Legge Severino, è uno spregio del Pd nei confronti dei cittadini campani. De Luca non potrà governare e verrà sospeso non appena ufficialmente eletto. Non potrà fare una giunta, neppure un atto amministrativo perché sarà già decaduto. La Campania sarà quindi paralizzata? Esiste solo una soluzione: ritornare subito al voto e impedire che De Luca si candidi nuovamente. Abbiamo intervistato l'avvocato Oreste Agosto che spiega perché De Luca è ineleggibile (e anche incandidabile) e che sottolinea come l'unica soluzione sia il voto popolare.



La nostra idea di Paese

Dietro il nostro risultato c'è un'idea di Paese . Un Paese diverso da quello che ci hanno consegnato Pd e Forza Italia. 
Un'idea di Paese che passa per un nuovo modo di concepire le politiche pubbliche, con al centro il cittadino e non più gli affari. 
Quando si pone la persona al centro delle politiche pubbliche, cambia la struttura dello Stato. La scuola non è più una spesa, ma un investimento. Gli F35 non sono più una priorità, ma uno spreco. I vitalizi diventano il passato, I soldi delle pensioni si trovano ad ogni costo, il reddito di cittadinanza diventa la prima legge da approvare (altro che legge elettorale). Equitalia diventa il nemico dello Stato, non il carrozzone da foraggiare. L'ambiente diventa un principio costituzionalmente garantito. Il lavoro un diritto. 
Se ci permetterete di compiere questa rivoluzione gentile, il Paese lo cambieremo davvero, insieme e senza scambi di poltrone o inciuci. 
In queste ore tutti parlano di risultati calcistici. Noi non viviamo l'impegno politico come una partita, ma come una missione.
Da oggi gli italiani hanno nelle istituzioni decine di nuovi consiglieri regionali che si taglieranno lo stipendio e faranno partire nuove imprese sul territorio regionale. Così come abbiamo già fatto noi in Parlamento. 
La nostra idea di Paese passa per la testimonianza: dimostriamo quello che faremo al Governo anche prima di andarci. Non aspettiamo le leggi per escludere gli impresentabili dalle liste, non aspettiamo le leggi per tagliarci gli stipendi, non aspettiamo la morte per schiodarci dalle poltrone.
Continuiamo insieme e presto metteremo al centro la persona. Finalmente.

Ps. un grazie alla gente di Napoli, dove siamo prima forza politica con il 25%. E un abbraccio ai miei concittadini di Pomigliano d'Arco che con il 31% ci hanno fatto diventare il primo comune d'Italia per risultato del Movimento 5 Stelle.