giovedì 15 gennaio 2015

Il dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana

Il Parlamento in seduta comune è stato convocato per il 29 gennaio alle ore 15:00. Quel giorno ci sarà il primo scrutinio per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. L'assise è composta di 1008 grandi elettori tra Senatori, Deputati e delegati regionali. Ogni scrutinio durerà circa mezza giornata. Nei primi tre, per eleggere il nuovo PdR, ci sarà bisogno dei 2/3 degli aventi diritto - cosiddetta maggioranza qualificata. Dal quarto scrutinio in poi basterà la maggioranza più uno degli aventi diritto - cosiddetta maggioranza assoluta. E' verosimile che il 29 gennaio si svolga un solo scrutinio. Dal giorno dopo se ne svolgeranno almeno due.
Come nelle migliori delle tradizioni italiche, sul Quirinale nei prossimi giorni circoleranno notizie circa le posizioni del Movimento 5 Stelle e quelle delle altre forze politiche: tutta spazzatura.
Da che Italia è Italia, nei giorni precedenti alle elezioni del nuovo Capo dello Stato, si assiste al solito toto-quirinale giornalistico alimentato da dichiarazioni inventate o manipolate. E come nelle migliori delle tradizioni, nessuna di quelle notizie si rivela mai giusta. Così sarà anche per l'elezione del dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana.
Da oggi fino al 29 gennaio ci sono un mucchio di altre cose da fare:
- alla Camera c'è da difendere la Costituzione
- al Senato la legge elettorale
- Beppe Grillo incontrerà il Presidente di Libera Don Ciotti il 22 gennaio per sostenere la nostra legge sul reddito di cittadinanza,
- il grande evento de "La Notte dell'Onestà" il 24 gennaio in Piazza del Popolo a cui siete invitati tutti e se potete lasciate una donazionehttp://goo.gl/t7WEzz
- la difesa del DDL anticorruzione in cui stanno inserendo di nuovo la norma "salva berlusconi",
- il lancio di nuove imprese grazie ai dieci milioni di euro che ci siamo tagliati dai nostri stipendi
- un rapporto più solido da costruire con i gruppi locali del Movimento 5 Stelle come da ultimo post http://goo.gl/2Z7cSr
e tanto altro...
Sul Quirinale per ora gira solo spazzatura: analisi improbabili, interviste manipolate, editoriali di dubbia valenza, strategie interne totalmente inventate.
Diffidiamone. Voliamo alti. Siamo il Movimento 5 Stelle.