lunedì 10 febbraio 2014

ABBIAMO SEMPRE RAGIONE NOI

Tra ieri e oggi due rivelazioni a mezzo stampa sottolineano le ingerenze di Napolitano negli equilibri di Governo (il tentativo di insediare Monti a Palazzo Chigi gia a metà 2011) e nelle fasi processuali della trattativa Stato-mafia (la richiesta di un provvedimento disciplinare nei confronti di Nino Di Matteo).
Abbiamo presentato l'impeachment due settimane fa perché secondo noi Napolitano è andato oltre il suo ruolo e le sue funzioni da un bel pezzo.
Abbiamo chiesto di aprire le indagini su 6 punti che per noi rappresentano un "attentato alla Costituzione". Alla luce di questi nuovi fatti, il "Comitato per la messa in Stato d'accusa" (insediatosi per esaminare la nostra accusa) deve lavorare con calma e chiarire tutte le questioni da noi sollevate (e anche i supplementi di istruttoria). I fatti sono gravissmi, ma il Comitato ha una fretta maledetta di insabbiare tutto entro domani. È inaccettabile.
Dalle notizie appese oggi può dipendere il futuro del Governo e di questa Legislatura (se accertate).
Il Comitato avvii le indagini e lavori senza pregiudizi. Anche Napolitano se fa errori deve essere giudicato. Oppure no?