lunedì 24 febbraio 2014

ANDRIA ABBIAMO FATTO QUELLO CHE DICEVAMO


Ho appena lasciato la Puglia. Sto tornando a Roma dopo un week end di agorà in giro per l'Italia (in foto Andria ieri sera).
Stiamo attraversando un'Italia disperata. Gente che perde il lavoro, imprenditori che non fanno più utili da mesi e hanno Equitalia alle calcagna, ragazzi della mia età disoccupati.
Ieri sera c'erano centinaia di persone, potevano salire sul palco e farci domande o rivolgerci critiche. Siamo stati insieme a loro per ore senza nessuna contestazione, fischi o lancio di pomodori.
Questo è possibile solo perché agli imprenditori in difficoltà stiamo destinando la metà dei nostri stipendi e stiamo cercando di neutralizzare l'aggressività di equitalia nei loro confronti.
Possiamo stare tra le persone perché non ci siamo tenuti il malloppo dei rimborsi elettorali. Perché ogni giorno ci battiamo per ridurre sprechi e privilegi, soldi che vogliamo destinare al reddito di cittadinanza (uno strumento che serve a formare cittadini a nuove professioni).
Possiamo stare tra le persone perché ABBIAMO FATTO QUELLO CHE DICEVAMO. Perché siamo credibili. Ed è tutta qui la differenza.

mercoledì 19 febbraio 2014

La parola che conta è credibilità. C'è chi sta dalla parte dei cittadini e chi sta con i poteri forti.

La parola che conta è credibilità. C'è chi sta dalla parte dei cittadini e chi sta con i poteri forti. Ognuno faccia la sua scelta. Ognuno ha il compito, la responsabilità di informarsi, di partecipare, di fare qualcosa per gli altri a cominciare dagli ultimi. A riveder le stelle! #vinciamonoi

martedì 18 febbraio 2014

In Campania è un esperimento di democrazia diretta fantastico!

In Campania è un esperimento di democrazia diretta fantastico. Dalla teoria si passa alla pratica dimostrando che "si può fare".
Ogni mese incontriamo i cittadini per raccogliere le loro istanze e portarle in Parlamento. Poche chiacchiere, soprattutto fatti.
Salvate questa data. A Benevento tra 12 giorni saremo in tanti. Porta la tua proposta.
Il clima è sempre lo stesso. Anche la frase d'occasione. Prima di ogni Governo di larghe intese si dice: "se questa volta non facciamo davvero qualcosa, gli italiani non ce lo perdoneranno".
Con Monti e Letta quel "qualcosa" si è trasformato in condoni alle slot machine e innalzamento di ogni tipo di tassa possibile.
Con Renzi (che governerà con la stessa maggioranza degli altri due) assisteremo finalmente alla fine di questa classe politica, che si rottamerà da sola nell'inseguire le sue lobbies.
E' questione di tempo. Resistiamo. Vinciamo noi.

lunedì 10 febbraio 2014

Il mio racconto sulla giornata di ieri in Sicilia, non la dimenticherò mai!

La giornata di ieri in Sicilia non la dimenticherò mai più, dalle centinaia di cittadini, fino agli studenti "fuori sede" che mi hanno ospitato nella loro stanza a Palermo. 24 ore incredibili.

Sono arrivato all'aeroporto di Punta Raisi alle 10:00 (partivo da Bergamo) dove ho trovato Loredana Lupo e il marito, venuti a prendermi. Abbiamo raggiunto gli altri (Nuti, Di Battista, Lezzi, Di Vita) a Piana degli Albanesi, comune fuori Palermo dove c'era un teatro pieno di cittadini che ci aspettava. Lì abbiamo pranzato insieme ad un centinaio di attivisti, persone splendide che ti riempiono il cuore. Alle 16 abbiamo raggiunto Termini Imerese: 500 persone di domenica pomeriggio che hanno inondato l'aula consiliare. Decine di domande e proposte. Un ringraziamento alle forze di Polizia per la professionalità.
Da Termini siamo andati via alle 20:00. Abbiamo mangiato una pizzetta a Bagheria e siamo ripartiti per Palermo. Alle 21:30 era un vero e proprio delirio: 400 persone nel teatro Orione e altre 300 che non riuscivano ad entrare (in foto). Abbiamo improvvisato un dibattito in parallelo, fuori in cortile, urlando a squarciagola. Stupendo.
All'una siamo andati via. Io e Alessandro Di Battista siamo stati ospitati a casa di studenti fuori sede a Palermo. Due di loro avevano dato "diritto parlamentare" all'università, ne abbiamo parlato fino alle due di notte bevendo un pò di vino, che ci aveva regalato un contadino di Piana. Alle dieci stamattina eravamo di nuovo a Roma.

Siamo una comunità, davvero. Al di là della politica ci vorremo sempre bene. Forza M5S!

ABBIAMO SEMPRE RAGIONE NOI

Tra ieri e oggi due rivelazioni a mezzo stampa sottolineano le ingerenze di Napolitano negli equilibri di Governo (il tentativo di insediare Monti a Palazzo Chigi gia a metà 2011) e nelle fasi processuali della trattativa Stato-mafia (la richiesta di un provvedimento disciplinare nei confronti di Nino Di Matteo).
Abbiamo presentato l'impeachment due settimane fa perché secondo noi Napolitano è andato oltre il suo ruolo e le sue funzioni da un bel pezzo.
Abbiamo chiesto di aprire le indagini su 6 punti che per noi rappresentano un "attentato alla Costituzione". Alla luce di questi nuovi fatti, il "Comitato per la messa in Stato d'accusa" (insediatosi per esaminare la nostra accusa) deve lavorare con calma e chiarire tutte le questioni da noi sollevate (e anche i supplementi di istruttoria). I fatti sono gravissmi, ma il Comitato ha una fretta maledetta di insabbiare tutto entro domani. È inaccettabile.
Dalle notizie appese oggi può dipendere il futuro del Governo e di questa Legislatura (se accertate).
Il Comitato avvii le indagini e lavori senza pregiudizi. Anche Napolitano se fa errori deve essere giudicato. Oppure no?

[FOTO] Ieri a Palermo era il delirio!



Stasera a Palermo è il delirio. Oltre a questa sala, ce ne è un'altra fuori che non riesce ad entrare. Ci siamo sdoppiati, abbiamo parlato alla gente due volte. In cortile e in sala.
Questa roba gli altri se la sognano. #vinciamonoi

ecco la foto

domenica 9 febbraio 2014

Aspetto ancora le dimissioni di Dambruoso (Deputato Questore della maggioranza), protagonista dell'unico caso accertato di violenza in Aula ai danni della collega Loredana Lupo (M5S).

Stefano Dambruoso (quello che ha aggredito Loredana Lupo) all'Arena ha detto: "Dimettermi? Ho fatto solo il mio dovere."
Peccato che in Ufficio di Presidenza alla Camera stiamo esaminando il suo comportamento proprio perché "al di fuori del suo ruolo e delle sue prerogative". E a dirlo sono gli altri due questori.
Ci è o ci fa?

Siete un patrimonio inestimabile!

Ore 6:00 del mattino. Aeroporto di Bergamo, sono in partenza per Palermo, dove faremo diverse tappe nei comuni limitrofi.
Ovunque andiamo gli attivisti ti accompagnano e ti vengono a prendere. I ragazzi di Novara si sono svegliati alle 5:00 per portarmi in aeroporto. Grazie a tutti per l'affetto che ci dimostrate. Siete un patrimonio inestimabile.

giovedì 6 febbraio 2014

Inizia il "Maxiprocesso"

40 auditi (di cui 35 del Movimento 5 Stelle), un'istruttoria di 15 pagine. Inzia oggi in Ufficio di Presidenza alla Camera l'esame dei fatti avvenuti la settimana scorsa dopo la "ghigliottina".
Io e Fraccaro facciamo parte dell'Ufficio di Presidenza. Lo abbiamo chiamato "Maxiprocesso".
Spero che un giorno (democraticamente) i cittadini chiedano conto a questa maggioranza dei 7 MILIARDI E MEZZO di Euro regalati alle banche. Noi abbiamo provato a fermarli in tutti i modi.

martedì 4 febbraio 2014

[VIDEO] Tutte le inesattezze della Boldrini a "Che tempo che fa"


Con questo video ho risposto alla Presidente Boldrini contraddicendo le sue dichiarazioni a "Che Tempo che fa". Per me è stata un'intervista surreale. Neanche Fini...

domenica 2 febbraio 2014

Andiamo avanti!

Facciamo un bel respiro e ripartiamo. È stata una settimana di ingiustizie, emozioni, resistenze, e qualche errore (ovviamente strumentalizzato e ingigantito dai media). Ma soprattutto di opposizione vera (dopo vent'anni 
di inciuci).

So che non è il caso di ribadirlo, ma anche io ricevo minacce e insulti ogni giorno a mezzo web e di persona. Soprattutto dopo che il Pd ha inziato a darci dei "fascisti", i messaggi sono di una violenza inaudita. Potrei dire che sono minacce dei "piddini" (come loro dicono dei "grillini"). Invece io penso che sono solo dei deficienti. E i deficienti non hanno colore!

Potrei fare vittimismo dicendo che il Pd chiamandoci "fascisti" e la Boldrini che ci definisce "violenti", stanno istigando all'odio e attentando alla nostra incolumità. Ma per fortuna noi la politica la facciamo con i contenuti. Non con le lagne.

Andiamo avanti!