martedì 27 agosto 2013

I RESPONSABILI ATTO II

Oggi SCILIPOTI (l'ex Idv che fece il salto della quaglia per salvare il governo Berlusconi) annuncia un nuovo "atto di responsabilità":

<<Questo Governo ha fatto cose buone per il Paese, quindi deve andare avanti al di là di Silvio Berlusconi>>.

Si scrive "responsabilità", si legge "salviamo-la-poltrona". Dopotutto a chi poteva affidarsi il Partito Democratico se non a specialisti del voltagabbana?
Peccato che in questo modo stanno offrendo a questi individui solo la possibilità di quotarsi sul mercato: diventando fondamentali per un altro governo (della paralisi), il loro "prezzo" aumenta e saranno oggetto di "offerte" bipartisan. Basta ricordare il caso della "compravendita" del Senatore De Gregorio. Senatori venduti al kg.

L'IDEA DI UN GOVERNO A TUTTI I COSTI è ormai una fantasia della primavera 2013. Avremmo dovuto guardare in faccia alla realtà. Negli ultimi 4 mesi questo Governo ci è costato miliardi di euro (tra scorpacciate di sottosegretari e viceministri, i 50 miliardi degli F-35, le accise sulla benzina, gli stipendi dei super-manager non ridotti grazie ad un emendamento di maggioranza, l'intenzione di svendere le nostre aziende pubbliche, i 91 milioni di euro intascati di rimborsi elettorali, etc).

Nuove elezioni ci sarebbero costate 300 milioni di euro e avremmo avuto tutto il tempo di fare un nuova legge elettorale in attesa di eleggere il nuovo Presidente della Repubblica (bastava una commissione speciale, come abbiamo fatto per i crediti della pubblica amministrazione).

Se mi guardo indietro negli ultimi mesi ci sono solo rinvii e spese. E soprattutto ZERO leggi di iniziativa parlamentare in 6 mesi.