giovedì 29 agosto 2013

DA 5 MESI LA MIA AUTO BLU SONO GLI ATTIVISTI


Ieri sera sono sbarcato ad ISCHIA, in serata ho partecipato alla presentazione di un libro sulla violenza contro le donne (Ribadendo che le leggi le dovrebbe fare il parlamento per essere esaustive. Il decreto sul femminicidio affronta la questione solo dal punto di vista dell'ordine pubblico e ovviamente senza coinvolgere parlamentari molto esperti dell'argomento, che potevano arricchire il testo con le forme di prevenzione sociale da promuovere).

Poi sono stato a cena con gli splendidi membri del Meetup di Ischia, uno dei primi mai nati in Campania. E mi hanno pure offerto la cena!

Stamattina ho incontrato il parroco della mia parrocchia (sull'isola per qualche giorno), ci siamo aggiornati un po' sullo stato dei servizi sociali a Pomigliano d'Arco e Napoli, dei debiti che il Comune di Napoli ha con centinaia di cooperative sociali, case famiglia, etc. (milioni e milioni di euro).

Ho pranzato con un attivista e amico. Ho ripreso la nave alle 17:00.

Ovunque vada gli attivisti mi accompagnano con le loro automobili, mi fanno incontrare imprenditori e cittadini in difficoltà, mi prenotano il posto letto e mi offrono la cena.

Dal 21 marzo ho diritto ad una auto blu come vice presidente della Camera. Mai usata. Sta bene in garage. E non ne sento proprio alcun bisogno.

IL CONFLITTO D'INTERESSI DI BERLUSCONI ABBATTERÀ BERLUSCONI

IO CE L'HO CON LA SINISTRA.
Siamo arrivati fin qui perché in Italia il Conflitto d'Interessi non è mai stato affrontato seriamente. La sinistra non l'ha mai neanche sfiorato, a tal punto che la Legge se la fece Berlusconi da solo nel 2004 (operazione possibile solo in un Paese senza opposizione).

Il Conflitto d'interessi è un tema serio (di cui il Movimento 5 Stelle ha la sua proposta di Legge già depositata alla Camera da due mesi). Può una persona titolare diretta o indiretta di concessioni pubbliche, di televisioni, di assicurazioni, gruppi editoriali essere eleggibile? Secondo il concetto comune di conflitto d'interessi, no. Al di là delle possibili azioni illecite che potrebbe compiere l'eletto, il punto fondamentale è che la potenza di fuoco dei media che possiede (lui o i suoi figli) potrebbe essere utilizzata per favorire la propria rielezione. E non si può dire che non sia stato così.

Ma siccome quando nel 1994 Berlusconi sbarcò in politica, il già cavaliere "era solo l’ultimo erede di un sistema consolidato" - diceva il giornalista Sergio Rizzo - tutti si sentirono in imbarazzo a contestargli l'eleggibilità. A tal punto che Luciano Violante e i DS decisero di garantirlo http://www.youtube.com/watch?v=bXaCEeU8zQ4

OGGI SIAMO AL PARADOSSO. Berlusconi dopo 20 anni di carriera politica (certamente favorita anche dalle sue televisioni ma soprattutto da un'opposizione inesistente o connivente) viene condannato a 4 anni in via definitiva proprio per gli illeciti delle sue aziende, che secondo la Corte continuava a controllare anche se intestate ai figli. ED UTILIZZA proprio le sue TV (il suo conflitto d'interessi) per divulgare un messaggio perverso: <<Chi ha ragione? I giudici che mi condannano o il popolo che mi vota?>>

Se avessimo avuto una seria Legge sul Conflitto d'Interessi, che di certo non poteva fare Berlusconi (per ovvie ragioni), oggi non saremmo a questo punto. Sarebbe stato ineleggibile. Oppure avrebbe dovuto affidare i suoi patrimoni ad un "blind trust" per tutta la durata della sua permanenza in politica. L'ineleggibilità serviva proprio ad evitare un tale paradosso: SPOSTARE I PROCESSI DALLE AULE DI TRIBUNALE AGLI STUDI TELEVISIVI E QUINDI NELLE URNE ELETTORALI.

MA ADESSO BERLUSCONI HA UN BEL PROBLEMA.
Le sue aziende crollano a picco, insieme alla borsa italiana. E' chiaro che MEDIASET vive di luce riflessa di BERLUSCONI e del suo potere politico, che attualmente esiste grazie al GOVERNO LETTA. Nell'ultimo anno ha perso il 30% di utili. E in due giorni ha perso il 6% in borsa. Lui vorrebbe far saltare il banco e andare alle elezioni, giocarsi l'ultima partita con il coltello tra i denti, ma i suoi amministratori delegati, i suoi grandi azionisti e il suo entourage non sono d'accordo. Lo proveranno a fermare fino alla fine. E dovrà scegliere: o la sua morte politica o quella delle sue aziende. Tra l'altro qualunque cosa sceglierà ho l'impressione che danneggerà l'altra. Restare nel Governo Letta farà galleggiare Mediaset, ma ucciderà il PDL, far cadere il governo letta farà galleggiare i consensi del PDL (o Forza Italia) ma stroncherà le aziende. Almeno fino all'esito delle prossime elezioni alle quali però questa volta non potrà essere candidato per la Legge Severino, inoltre con un partito spaccato in due tra falchi e colombe.

LUI SI E' CREATO, LUI SI STA DISTRUGGENDO. In mezzo ci sono 20 anni di inerzia della sinistra, di evanescenza della "lotta", di politica delle chiacchiere senza contenuti. 20 anni in cui molti parlamentari della sinistra sono stati scritturati da Mediaset per programmi Tv o hanno investito nelle azioni del biscione (che tutt'ora detengono).

Non oso immaginare questa legislatura (la 17esima) senza Movimento 5 Stelle. La 18esima però sarà davvero la NOSTRA!

martedì 27 agosto 2013

I RESPONSABILI ATTO II

Oggi SCILIPOTI (l'ex Idv che fece il salto della quaglia per salvare il governo Berlusconi) annuncia un nuovo "atto di responsabilità":

<<Questo Governo ha fatto cose buone per il Paese, quindi deve andare avanti al di là di Silvio Berlusconi>>.

Si scrive "responsabilità", si legge "salviamo-la-poltrona". Dopotutto a chi poteva affidarsi il Partito Democratico se non a specialisti del voltagabbana?
Peccato che in questo modo stanno offrendo a questi individui solo la possibilità di quotarsi sul mercato: diventando fondamentali per un altro governo (della paralisi), il loro "prezzo" aumenta e saranno oggetto di "offerte" bipartisan. Basta ricordare il caso della "compravendita" del Senatore De Gregorio. Senatori venduti al kg.

L'IDEA DI UN GOVERNO A TUTTI I COSTI è ormai una fantasia della primavera 2013. Avremmo dovuto guardare in faccia alla realtà. Negli ultimi 4 mesi questo Governo ci è costato miliardi di euro (tra scorpacciate di sottosegretari e viceministri, i 50 miliardi degli F-35, le accise sulla benzina, gli stipendi dei super-manager non ridotti grazie ad un emendamento di maggioranza, l'intenzione di svendere le nostre aziende pubbliche, i 91 milioni di euro intascati di rimborsi elettorali, etc).

Nuove elezioni ci sarebbero costate 300 milioni di euro e avremmo avuto tutto il tempo di fare un nuova legge elettorale in attesa di eleggere il nuovo Presidente della Repubblica (bastava una commissione speciale, come abbiamo fatto per i crediti della pubblica amministrazione).

Se mi guardo indietro negli ultimi mesi ci sono solo rinvii e spese. E soprattutto ZERO leggi di iniziativa parlamentare in 6 mesi.

Legge elettorale M5S

Sulla Legge Elettorale nel Movimento 5 Stelle diciamo tutti la stessa cosa, anche se ci fanno sembrare divisi. Nessuno vuole il porcellum e ad abolirla c'abbiamo provato già a maggio in Aula. Quella volta non ci riuscimmo perché il PD non votò per la mozione di abrogazione della Legge.
Detto questo, se mi domandate "che Legge vuoi dopo", io vi rispondo che non voglio un super-porcellum per tagliare fuori il Movimento 5 Stelle dalle prossime elezioni.
Ricordate la modifica alla Legge elettorale che stavano per introdurre a fine legislatura nel 2012? Se una forza politica non raggiungeva almeno il 35% o il 45% non si aveva diritto ad alcun premio di maggioranza. Fu proprio il Presidente della Commissione Affari Costituzionali del PDL a denunciare dal Blog di Grillo che sarebbe stata una norma "ad movimentum" per tagliarci fuori.
Girano le stesse voci di allora in questi giorni. Ed è tutto qui il nostro timore.
Il Movimento 5 Stelle ha 50 senatori su 318. Se la matematica non è un'opinione, PD e PDL ci possono tagliare fuori dalla partita con un "inciucetto" vecchio stile al Senato. E non a caso proprio al Senato si è scelto di incardinare la discussione della nuova Legge Elettorale. Silvio Berlusconi con la Legge elettorale che si fece DA SOLO, ha governato per 8 anni, anche quando stava all'opposizione. Potrebbe rifarlo adesso il Partito Unico.

lunedì 26 agosto 2013

MA LA SIRIA?

Mentre la casa sta bruciando, noi falciamo l'erba del giardino.
Sta per scoppiare una guerra in Siria. Usa e Gran Bretagna potrebbero aprire il conflitto ad ore. Fregandosene dell'Onu, degli ispettori e del fatto che la Russia potrebbe reagire.
In ITALIA da un mese stiamo parlando di falchi, colombe, giullari e ballerine. Agibilità politica dei partiti (come salvare lo stipendio senza tornare alle elezioni). Giudizi di Costituzionalità su Leggi che la stessa maggioranza ha votato un anno fa, ritenendole costituzionali immagino...
Tutto ciò è follia. E' surreale questo dibattito che invade i media da oltre un mese a questa parte. Lì fuori c'è un mediterraneo che brucia e noi siamo nel bel mezzo (forse ignari).
Finirà come sempre che il Movimento 5 Stelle sarà l'unico ad approfondire la vicenda. Come per il caso Shalabayeva: i nostri della commissione affari esteri furono gli unici ad andare in Kazakistan ad ascoltare la sua versione dei fatti.
E poi saremo anche criticati per aver agito da soli.
QUESTA FARSA FINIRÀ PRESTO. Vinciamo noi.

LETTERA DI UN CITTADINO "Vi scrivo perché il cuore me lo comanda"

Tra un po' si ricomincia. Io come semplice cittadino non posso fare a meno di scrivervi due righe perché il cuore me lo comanda.
So che vi siete spesi tanto per noi e che lo stress di questi mesi è stato veramente grande. Vi ho seguito sempre e ho visto con quanto impegno avete affrontato le difficoltà. Avete lottato come leoni e questo è servito anche per imparare molto. Avete imparato come combatterli e sono fiducioso che ora siete molto più forti di prima. Adesso quello che vi aspetta sarà ancora più impegnativo ma credo che sarà sicuramente decisivo. Voi avete tracciato la strada che porterà il tanto atteso cambiamento in questo martoriato paese. Il cambiamento che per anni tutti hanno promesso e tutti si sono guardati bene dal farlo.
So che non ci deluderete ragazzi. So che finalmente in quei maledetti palazzi ci sono persone oneste che hanno come primo scopo, portare alla vittoria l'onestà e la giustizia, così come il futuro e la speranza. Grazie a voi e al mitico Beppe moltissime persone credono in un futuro migliore e ogni giorno assaporano il sapore della speranza e della voglia di lottare contro le difficoltà perché finalmente c'è una meta ben visibile.

Io non sono bravissimo a scrivere discorsi, sono solo un operaio che con grande fatica e indebitandosi ogni giorno di più, cerca di mantenere una famiglia con 2 figli! A queste mie due creature io voglio dare un futuro migliore del mio e di tanti italiani! Lo voglio con tutte le mie forze e conto anche su di voi perché ciò avvenga. Sono sicuro che non mi deluderete, perché siete come me.

Siete persone normali e oneste con attributi in abbondanza e grinta da vendere. Per anni il paese ha aspettato gente come voi e ora finalmente c'è.
Grazie ragazzi. Grazie di cuore anche per questa gioia e questo entusiasmo che ci trasmettete. Siamo fieri di voi e fieri di avervi votato.

NON MOLLATE MAI NEMMENO PER UN ISTANTE. E se per caso dovesse capitare un istante di stanchezza o di sconforto, leggetevi queste due righe scritte da un cittadino ignorante ma che insieme a moltissimi altri conta su di voi, ma sopratutto CREDE IN VOI.

Vi abbraccio tutti con tantissimo affetto. (Giuseppe F.)

Ecco le date e i luoghi degli eventi

Tutta la prossima settimana. Abbiamo scelto i luoghi in base all'ordine di arrivo delle email. Qualche orario non è ancora definito. Per questo potete tenervi aggiornati su www.luigidimaiom5s.it

A POMIGLIANO D'ARCO CI SARÒ OGNI MATTINA E POMERIGGIO. Terrò incontri con i cittadini che mi stanno contattando in queste settimane.

mercoledì 21 agosto 2013

8 Incontri in provincia di Napoli, ADERISCI ALL'INIZIATIVA!


Fino al 6 Settembre come sapete la Camera dei Deputati è in ferie.
Qualche commissione lavorerà per un paio di giorni. Io sono libero e passerò questi giorni ad incontrare i cittadini.Mi sono organizzato in questo modo: durante la giornata sarò a Pomigliano d'Arco (la mia città). Ogni sera invece dalle 18:00 alle 21:00 sono disponibile per incontrare gruppi di cittadini (del Movimento e non) nella Provincia di Napoli (la mia circoscrizione).

LE SERATE AD OGGI DISPONIBILI SONO 8.
Possiamo tenere quindi al massimo 8 incontri. Inviate la vostra richiesta compilando questo modulo (lo trovate in fondo alla pagina) entro venerdì 23 agosto indicando luogo, un recapito telefonico e una data orientativa.
L'orario è sempre dalle 18:00 alle 21:00. Le modalità e la location dell'incontro le decidete voi.

LA PAURA DI TORNARE A CASA

Ho letto l'intervista alla Deputata MORETTI del Pd in cui sostiene che 30 senatori del Movimento 5 Stelle siano pronti a sostenere un governo "Letta/bis".
Premesso che i nostri senatori sono meno di 50 in tutto. Ciò significa che quasi i due terzi del gruppo parlamentare al Senato sarebbe - come lei dichiara - "in sofferenza, quindi pronto a passare al misto".
Se fosse stato così, questi fantomatici 30, avevano la maggioranza anche per cambiare il nome al gruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, dettarne la linea politica, etc. Così non è stato.

LA VERITÀ è che il PD farà di tutto per non tornare a casa. La posta in gioco è troppo alta. Le loro correnti in vista del congresso stanno affilando le armi. Con un'intervista del genere cercano di spaccarci, è chiaro. Berlusconi compra direttamente gli avversari, il PD è solito usare metodi più subdoli. Gli riuscirà difficile in un momento in cui siamo veramente compatti.

LA PAURA DI TORNARE A CASA è una sindrome che affligge molti parlamentari in questo periodo. Penso a quei senatori del PDL che sono entrati in Senato grazie a premi di maggioranza regionali inaspettati, ma che stavano in lista solo come "riempi-lista" (non ci pensano proprio a mollare la sedia).
Penso a quelli del PD che saranno epurati nella prossima faida interna di congresso. E non saranno mai più messi in lista (molti bersaniani, etc).
Penso alla Lista Monti che dal 10% ora è al 4%. Un po' poco per affrontare nuove elezioni.

La paura di tornare a casa non ci appartiene. Altrimenti avremmo regalato i nostri voti a Bersani, alle prime sirene del suo "governo del cambiamento", poi rivelatosi un bluff (GUARDA VIDEO http://goo.gl/RX9B7v).



La paura di tornare a casa non ci appartiene perchè noi a casa troviamo gli attivisti con cui continuare questo percorso, non le Lobby che vi presentano il conto di quanti finanziamenti vi hanno erogato.

La MORETTI oggi ha lanciato l'amo per conto dell'establishment. Come c'hanno provato già in passato. Faranno di tutto per non tornare a casa, di tutto. Anche salvare BERLUSCONI.

martedì 20 agosto 2013

CAMERA: NUTI, DOMANI SEDUTA-LAMPO, M5S PRONTO AD ACCORCIARE FERIE = BOLDRINI CONVOCHI CAPIGRUPPO, NOI CI STIAMO

Roma, 19 ago. (Adnkronos) - "Non e' vero che la Camera riapre i battenti come si vorrebbe far credere. Quello di domani e' un appuntamento di dieci minuti per incardinare un decreto. Noi del Movimento 5 Stelle lo abbiamo detto piu' volte: siamo pronti a riprendere l'attivita' legislativa anche domani, basta che la presidente convochi la capigruppo e ci si mette d'accordo". Lo ha confermato il capogruppo a Montecitorio Riccardo Nuti che, tuttavia, domani non sara' a Roma per quella che si prevede essere una una seduta-lampo. "Il Movimento -assicura Nuti all'Adnkronos- sara' certamente rappresentato nel corso della seduta. Vorrei fare chiarezza sulla questione della pausa estiva: noi non abbiamo contestato solo la lunghezza delle ferie, visto che l'attivita' legislativa si e' interrotta il 9 agosto e che le commissioni riprenderanno a lavorare il 2 settembre, ma abbiamo duramente contestato il fatto che finora il Parlamento non ha preso in esame nessuna delle tante proposte di legge di iniziativa popolare che giacciono nei cassetti".

mercoledì 7 agosto 2013

Alessio Villarosa ha sintetizzato il programma del futuro Governo 5 Stelle

In Aula Alessio Villarosa ha sintetizzato il programma del futuro Governo 5 Stelle.
Dateci un anno...solo questo chiediamo.
Grande Alessio.

lunedì 5 agosto 2013

Orgoglio a 5 Stelle

Riccardo Nuti è il nostro capogruppo alla Camera dei Deputati dal 3 giugno. Il suo mandato scadrà a settembre quando subentrerà Alessio Villarosa per altri 3 mesi.
Riccardo dovreste vederlo nella Conferenza dei Capigruppo, dove si prendono le decisioni cruciali per l'approvazione delle Leggi o delle Mozioni. E' li che ad esempio siamo riusciti a far slittare la votazione per la modifica dell'Art 138 della Costituzione a settembre.
Riccardo incarna all'ennesima potenza lo spirito del nostro Movimento: intransigente, non arretra mai di un passo e riesce a far dipendere le decisioni sempre dalla sua opinione.
A volte quando usciamo dalla Capigruppo (dove siedono tutti i capigruppo delle forze politiche e i vice presidenti della Camera) mi rendo conto che se fossi un suo oppositore mi verrebbe un esaurimento nervoso a stargli dietro. Orgoglio a 5 Stelle.

venerdì 2 agosto 2013

Berlusconi condannato, la diretta via facebook

 2 AGOSTO
Roberto Fico (Presidente Commissione Vigilanza RAI)
"Stiamo visionando tutte le trasmissioni e i telegiornali Rai andati in onda ieri dopo la lettura della sentenza della Cassazione riguardante Silvio Berlusconi.
Data l’innegabile importanza dei fatti e le numerose segnalazioni che mi stanno arrivando nelle ultime ore, credo sia opportuno verificare il corretto trattamento della notizia relativa.
Faremo successivamente le nostre valutazioni e, se ce ne saranno gli estremi, agiremo in seno alla Commissione di Vigilanza Rai."



 Un'intervista telefonica a "fanpage.it", due scenari dopo la condanna di Berlusconi.
Clicca qui: http://goo.gl/P7MegC






Stamattina sto andando al Mise, Ministero dello Sviluppo Economico per un'azienda della Provincia di Napoli a rischio chiusura.
Dopo la pantomima di ieri, oggi il problemi degli Italiani non sono cambiati. Chi può si è svegliato per andare a lavoro, altri cercano di salvarlo o di crearlo con estreme difficoltà.
Ci dissero che serviva un governo a tutti i costi. E adesso ne abbiamo uno immobile, che non fa altro che rinviare i problemi e tenuto in pugno da un pregiudicato. Finiamo questa farsa. Facciamo una legge elettorale e andiamo a votare. Vinciamo noi!

1 AGOSTO

Vorrei dire al PD che da oggi "per Legge" Berlusconi non può mai più candidarsi (in base al Decreto Severino). Ora capisco lo smarrimento di un partito che finge per anni di combattere Berlusconi e ci si trova insieme al Governo proprio quando viene condannato dalla Cassazione. Ma almeno si potrebbe avere un sussulto di dignità finale nel staccare la spina.
L'Italia ha bisogno di affrontare i veri problemi. Non quelli di Berlusconi e i suoi alleati (voi del Pd e Sc). Fatelo subito, facciamo una nuova Legge elettorale e andiamo a nuove elezioni.



Ci sono solo due soluzioni:
- Nuova Legge Elettorale e subito alle elezioni;
- Napolitano dia il mandato esplorativo al M5S per formare un governo: 5 cose e poi alle elezioni.


Per tutto il resto c'è "per il bene del Paese". Ovvero delle lobby...

Berlusconi, Cassazione rinvia in appello interdizione pubblici uffici; conferma invece condanna a 4 anni di reclusione.
Insomma, al Senato c'è un altro Senatore condannato in via definitiva che deve aspettare altri 2 o 3 mesi per sapere se farsi i domiciliari o i servizi sociali.
Poche ore fa avevo dichiarato a La7 che questa sentenza sarebbe stata in ogni caso "un'assicurazione sulla vita del Governo Letta e che era vergognoso che la sedicente sinistra non gli staccasse la spina". Odio avere sempre ragione...



La sentenza

Berlusconi, Cassazione rinvia in appello interdizione pubblici uffici; conferma invece condanna a 4 anni di reclusione.
Insomma, al Senato c'è un altro Senatore condannato in via definitiva che deve aspettare altri 2 o 3 mesi per sapere se farsi i domiciliari o i servizi sociali.
Poche ore fa avevo dichiarato a La7 che questa sentenza sarebbe stata in ogni caso "un'assicurazione sulla vita del Governo Letta e che era vergognoso che la sedicente sinistra non gli staccasse la spina". Odio avere sempre ragione...