domenica 10 agosto 2014

Questo Governo la smetta con i giochi di prestigio, prenda atto che ha fallito!

Oggi Renzi alla rivista "Scout Online" ha dichiarato: "in due mesi 108 mila posti di lavoro in più".
Io spero che non si sia messo in testa di fregare anche gli Scout, perché è gente sveglia.

Renzi cita i numeri perché sa bene che le percentuali sono negative: proclama posti di lavoro in più, ma non dice quanti se ne sono persi contemporaneamente.
Quei "gufi" dell'Istat (i cui vertici li ha nominati Renzi in persona) infatti ci descrivono tutt'altra situazione: la disoccupazione giovanile è aumentata del 4,3% su 12 mesi, segnando un nuovo record. Mentre la disoccupazione complessiva è in aumento dello 0,8% su base annua.

Questo Governo la smetta con i giochi di prestigio, prenda atto che ha fallito e lanci subito investimenti cospicui nell'energia alternativa e nelle ristrutturazioni edilizie, per far ripartire l'occupazione. Se non sono capaci lascino fare a noi.

In visita a chi lavora anche ad agosto

Oggi sono stato in provincia di Avellino in visita ad una piccola impresa vinicola di fama internazionale. Queste realtà produttive sono il nostro patrimonio da tutelare.
Sempre più mi rendo conto di quanto possano fare le regioni per aiutare le pmi. E di come siano sistematicamente assenti.

L'anno prossimo in Campania ci sono le regionali. Ne ho piene le scatole di politici "amministratori di condominio" che ci amministrano senza una visione di sviluppo a lungo raggio.
Questa terra va fatta rinascere, proteggendo quello che abbiamo.
I nostri marchi e i nostri prodotti.

giovedì 7 agosto 2014

L'AUTUNNO CALDO

I dati dell'Istat di ieri dimostrano che nei primi sei mesi del suo Governo, Renzi ha utilizzato le casse pubbliche esclusivamente per fini elettorali, danneggiando seriamente la nostra economia. Non andavamo così male da 14 anni. 

Il codice civile parla della "diligenza del buon padre di famiglia" quando individua un modello da seguire nell'amministrazione della cosa pubblica.Renzi è stato un "pessimo padre di famiglia" fino ad ora: non ha avuto alcuna visione a lungo termine del suo operato e ha provato a farci credere che le riforme fossero la panacea di tutti i mali.

Poi i nodi sono venuti al pettine: non solo le riforme sono ferme al palo (la riforma costituzionale sarà modificata anche alla Camera per effetto dell'ultima votazione segreta di ieri, quindi ci vorranno anni luce per finirla), ma soprattutto, mentre si tiene il Senato impegnato su questo enorme distrattore di massa, l'Unione Europea sta già pensando a come commissariarci.

Padoan (Ministro dell'Economia) è in bilico (sarà usato come capro espiatorio: come gli allenatori delle squadre di calcio quando si perde il campionato), e non è escluso che Renzi tenga ad interim il suo Ministero per un po'.
Farà il Capo del Governo pro-tempore, mentre Mario Draghi (Presidente della BCE) scalda i motori. Pronto a fare il lavoro sporco come Monti.

Io credo che sia una vera fortuna che questo autunno, in Parlamento, ci sia il Movimento 5 Stelle. Sui temi economici saremo intransigenti: va portata avanti "un'economia di guerra", eliminando tutto quello che non è veramente essenziale, subito, (senza il bisogno di pagare 200.000 euro all'anno, un commissario per fare la spending review, che poi non farà).

Difenderemo i conti degli italiani dal prelievo forzoso e impediremo l'istituzione di altre tasse. Da settembre il Movimento 5 Stelle opporrà alle loro chiacchiere, una vera idea di Paese, per uscire da questo baratro.

mercoledì 6 agosto 2014

MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE (25.000 euro a tasso zero da restituire in 60 mesi)


In riferimento all’ Avviso per la selezione di Progetti Integrati dei Piccoli Comuni (PICO) – Fase I, pubblicato sul BURC numero 41 del 23/06/2014, si rende noto che il termine ultimo di presentazione delle domande è stato prorogato alle ore 12.00 del 29 agosto 2014.

Tutte le informazioni sulla pagina dello strumento "Fondo PICO FSE

Prorogati al 20 settembre 2014 i termini di presentazione delle domande per il reimpiego degli scarti di lavorazione degli agrumi

Reimpiego scarti lavorazione degli agrumi: prorogati al 20 settembre 2014 i termini di presentazione delle domande del bando 21 maggio 2014 che agevola i progetti di ricerca e sviluppo.
Sono stati prorogati dal 5 al 20 settembre i termini di presentazione delle domande di partecipazione al bando del 21 maggio 2014 (pubblicato su questo blog il 12 giugno 2014), che agevola i progetti di ricerca e sviluppo per il reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi, nelle aree di produzione della Sicilia orientale.

Il decreto di proroga dei termini è stato firmato dal Ministro dello sviluppo economico in data 31 luglio 2014 ed è ora in corso di registrazione.

Per maggiori informazioni: